Firmato Protocollo d’Intesa tra Comune di Crispiano e Sindacati: un modello di concertazione sociale e territoriale

Il 11 giugno 2024 segna una data importante per il Comune di Crispiano, dove è stato firmato un Protocollo d’Intesa che sancisce un nuovo capitolo nelle relazioni sindacali e nella contrattazione sociale e territoriale. L’accordo, sottoscritto dal Sindaco Luca Lopomo e dai rappresentanti delle principali organizzazioni sindacali – Cgil, Cisl e Uil – rappresenta un impegno congiunto per migliorare il benessere della comunità locale attraverso un dialogo costante e strutturato.

Il Protocollo mira a creare un modello di confronto e consultazione che coinvolga tutte le parti interessate, stabilendo un tavolo di confronto permanente che fungerà anche da osservatorio. Questo tavolo sarà composto da un rappresentante per ogni soggetto firmatario e sarà coordinato dal Sindaco o suo delegato.

Finalità e Funzionamento del Protocollo

L’obiettivo principale del Protocollo è di costruire proposte politiche partecipate e adeguate ai bisogni delle cittadine e dei cittadini di Crispiano. Le tematiche chiave su cui si concentreranno gli interventi includono:

  • Sostegno al reddito: Attraverso una gestione più attenta dei tributi e della fiscalità locali.
  • Contrasto alla discriminazione di genere e alla violenza sulle donne.
  • Interventi e servizi contro il disagio economico e sociale.
  • Pianificazione e rigenerazione urbana.
  • Politiche abitative e trasporti.
  • Sostegno all’invecchiamento attivo.
  • Potenziamento dei servizi socio-sanitari.
  • Sicurezza dei cittadini.
  • Promozione culturale e sportiva.
  • Rapporti con il Terzo Settore.

Il Protocollo prevede un confronto sui bilanci annuali e pluriennali, con monitoraggi quadrimestrali per valutare lo stato di avanzamento del crono programma condiviso.

Dichiarazioni del Coordinatore della UIL di Taranto, Pietro Pallini

Pietro Pallini, coordinatore della UIL di Taranto, ha sottolineato l’importanza di questo Protocollo nel mitigare gli effetti negativi del contesto sociale attuale. “Questo strumento ci permette di sperare in un modello che possa essere adottato anche da altri comuni. Non basta firmare un protocollo; è necessario governarlo attraverso incontri periodici per esaminare i temi relativi al benessere della comunità. Partiamo da Crispiano con l’auspicio che altri comuni seguano l’esempio,” ha dichiarato Pallini.

Pallini ha anche ringraziato il Sindaco di Crispiano, Luca Lopomo, per la disponibilità e l’apertura dimostrata verso i temi portati avanti dai sindacati, evidenziando come questo accordo rappresenti un segnale di discontinuità rispetto al passato. “Senza tavoli di confronto e discussione, le problematiche della gente non si risolvono, anzi possono aumentare. Ringraziamo l’amministrazione comunale per questo importante segnale di collaborazione,” ha concluso Pallini.

Un Impegno Comune per il Futuro

Il Protocollo d’Intesa firmato a Crispiano è un passo significativo verso la costruzione di un sistema di interventi e servizi che risponda meglio alle esigenze reali dei cittadini, integrando e migliorando quanto già esistente. L’impegno congiunto dell’amministrazione comunale e delle organizzazioni sindacali rappresenta una solida base per affrontare le sfide future e garantire un miglioramento continuo del benessere della comunità.

La firma di questo accordo segna l’inizio di un percorso condiviso che, attraverso la concertazione e la contrattazione, mira a creare un modello di sviluppo sostenibile e inclusivo, in linea con i valori e gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Categorie Articoli

Social