I segretari generali Paolo Peluso (CGIL), Antonio Castellucci (CISL) e Giancarlo Turi (UIL) hanno chiesto un incontro (da tenersi nel breve, a livello Confederale che di Categoria) al presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio, Sergio Prete.
Ritengono necessario effettuare una valutazione di merito su tutte le fattispecie che interessano il lavoro all’interno dell’area portuale, nella previsione di una immediata operatività del terminal.

Considerato che è avvenuta l’adesione del Ministero delle Infrastrutture all’intesa proposta dalla stessa Autorità di Sistema; esaurita la gran parte degli interventi infrastrutturali materiali (1,5 km di banchina), perfettibile anche quella delle dotazioni immateriali (costituzione della ZES), occorre procedere, celermente, alla ripresa dei traffici portuali che devono determinare il rilancio del sistema portuale di Taranto, definito in questi ultimi anni, da ogni livello Istituzionale, fondamentale non solo per l’ economia di questo territorio, bensì anche, per tutti i Paesi dell’area Mediterranea.

1° MAGGIO A TARANTO

tesseramento

serviziUil

serviziUil