I titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa che siano nelle situazioni di temporanea difficoltà previste dal regolamento del Fondo di Solidarietà (il cd fondo Gasparrini) possono beneficiare della sospensione del pagamento delle rate fino a 18 mesi.

E' quanto dispone il decreto, a firma del ministro dell'Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, pubblicato in Gazzetta Ufficiale che integra detto regolamento del Fondo di Solidarietà.

- Il modulo SOSPENSIONE MUTUO

- Il comunicato stampa

  


 #iorestoacasa
Dallo scorso 16 marzo, e solo per questo periodo d'emergenza per tutto il Paese a causa del COVID-19, le operatrici e gli operatori del CAF, Centro Assistenza Fiscale, e del Patronato ITAL Uil di Taranto continuano a garantire l'assistenza ai cittadini esclusivamente attraverso messaggi per WhatsApp o per mail.

Gli interessati, per le diverse procedure, possono mandare un messaggio (indicando la prestazione richiesta) al numero WhatsApp 3714405331 o all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e saranno contatti per ogni chiarimento utile.

 - La locandina Centro Servizi UIL Taranto

Carmelo Barbagallo, segretario generale UIL, interviene - nel grave momento che sta vivendo il Paese a causa del virus Covid-19 e indica, con estrema chiarezza che la "priorità è la salvaguardia della salute dei lavoratori". In sintesi afferma "Siamo pronti a possibili mobilitazioni e chiediamo un incontro urgente al Premier Conte".

Pubblicato in GU, n. 18 del 17 marzo 2020, il Decreto Legge "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19". (20G00034) (GU Serie Generale n.70 del 17-03-2020).  Entrata in vigore del provvedimento: 17/03/2020

- GU n. 70 del 17 marzo 2020 - DL n. 18 "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19"

 

 

 

 

Il Decreto "Cura Italia"  interviene con 25 miliardi di aiuti per Sanità, Protezione civile, famiglie, imprese, lavoratori. Una Rassegna stampa delle pagine edite oggi sul Decreto da "Il Corriere della Sera", "la Repubblica" e "Il Sole 24 Ore" nella Sezione di questo sito "COVID 19: documenti, disposizioni".

Con il DPCM, firmato l’11 marzo dal presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, per fronteggiare il contagio di nuovo coronavirus chiudono i negozi (eccetto alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole, benzinai); bar e ristoranti; estetisti e parrucchieri.

Banche, poste e uffici pubblici aperti. Restano garantiti anche i servizi finanziari, assicurativi nonché l'attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Le disposizioni del decreto saranno in vigore da oggi, 12 marzo, fino al 25 marzo.

Il DPCM dell’11 marzo 2020