Valutando le politiche sul lavoro degli ultimi anni, un dato è incontrovertibile: le misure congetturate dai diversi governi che si sono alternati alla guida del Paese nel corso della crisi (2008-17) si sono rivelate, tutte, inadeguate a risolvere il problema che si erano prefisse di affrontare. Dal liberismo spinto di Berlusconi, al rigorismo di Monti, per giungere all’introduzione di dosi massicce di flessibilità infarcite di generosi incentivi previdenziali a favore delle imprese:  nulla è servito a invertire il trend, soprattutto al Sud.

LEGGI TUTTO

Pressing sulla direzione dell’Ilva per salvare il lavoro dei 55 ex addetti della Steel Service con contratto a tempo determinato.

I rappresentanti sindacali dei lavoratori, fino al 31 gennaio scorso impegnati nelle pulizie industriali dello stabilimento siderurgico.
hanno chiesto ai commissari Gnudi, Laghi e Carrubba di integrare l’appalto per consentire alle tre imprese

LEGGI TUTTO

Lavorare bene, lavorare meglio; organizzando servizi e competenze, rispettando la dignità dei lavoratori dell’INPS di Taranto che, ogni giorno, rendono un servizio fondamentale, spesso critico e, sul nostro territorio, gravato di ben più pressanti difficoltà sociali.

Un lavoro, il loro, che ha visto, da un lato, moltiplicare competenze e

LEGGI ARTICOLO

Raggiunto presso la sede della Prefettura, un accordo per la ricollocazione degli ex dipendenti Isolaverde, rimasti senza lavoro in seguito al fallimento, lo scorso 8 luglio, della società in house della Provincia di Taranto tra il Commissario Straordinario alle bonifiche di Taranto, Vera Corbelli, referenti della Task Force per l’Occupazione della Regione Puglia, l’Amministrazione Comunale di Taranto e le OO.SS.

LEGGI ARTICOLO

“Un incontro perseguito con grande tenacia dalla UIL di Taranto. Il pezzo che rappresentiamo oggi della PA va molto oltre l’impostazione classica.

Siamo abituati a trattare i temi che riguardano i lavoratori e il lavoro su Taranto, oggi daremo una declinazione sulle criticità del territorio; l’occasione, il contratto decentrato che chiederemo oggi, ai nostri segretari nazionali, deve avere lo spazio giuridico e politico perché vengano accolti e opportunamente trattati i problemi del territorio.
LEGGI TUTTO

“L’istruzione è bene costituzionale, laico e indipendente. Bisogna tutelare la libertà di insegnamento e quella di apprendimento dei ragazzi. Attenzione a decisioni che vanno a limitare la collegialità delle scelte nella scuola.

Contrattazione e confronto gli strumenti che utilizzeremo per le modifiche alla legge e alle deleghe“. Così Pino Turi nel corso dell’Assemblea, il 20 gennaio a Taranto.

LEGGI ARTICOLO

“Per noi lo Stato è garanzia per tutti i cittadini, indistintamente”.

Così Antonio Foccillo, segretario nazionale confederale UIL intervenendo all’Assemblea provinciale sull’Accordo per il rinnovo dei contratti PA.

“Servono nuovi investimenti, serve investire in risorse umane. Ci troviamo dinanzi a servizi  pubblici svolti sempre più con meno addetti: negli ospedali, nelle scuole, nei Ministeri.

LEGGI ARTICOLO

Venerdì 20 gennaio, alle ore 9  presso il “Padiglione Vinci” dell’ospedale “Santissima Annunziata” a Taranto, Antonio Foccillo (segretario confederale UIL) e Michelangelo Librandi, Sonia Ostrica, Nicola Turco, Pino Turi (segretari nazionali UIL delle categorie pubblico impiego) incontreranno i giornalisti di Stampa e Tv per approfondire necessità e aspettative relative al rinnovo dei contratti del Pubblico impiego, a seguito dell’accordo siglato tra Governo e Sindacati lo scorso 30 novembre 2016. L’incontro Stampa precederà un’Assemblea (fissata alle

LEGGI COMUNICATO

“La temperatura sul territorio ha raggiunto livelli altissimi. La grave emergenza sociale a Taranto ribolle, si tocca quasi con mano, e – lo ripetiamo – le Istituzioni che hanno il dovere di cercare soluzioni e di attuarle debbono farlo; dovevano già farlo”. In sintesi, così Giancarlo Turi, segretario generale UIL Taranto, al termine della conferenza cui ha partecipato con Castellucci (Cisl) e Peluso (Cgil).

LEGGI ARTICOLO

Una bufera di neve ha colpito Castellaneta e Laterza. A Castellaneta il peso della neve ha distrutto due ettari di vigneti. Piu di mezza provincia jonica sotto la neve; da Ginosa a Mottola passando per Laterza, Castellaneta, Palagianello e Palagiano. E il vento gelido e il maltempo non accennano a fermarsi.
In agro di Laterza, diverse aziende agricole e zootecniche sono rimaste senza

LEGGI ARTICOLO

tesseramento

serviziUil